A tu per tu con Marco Sala

Ha fatto grandi cose. Grazie ai risultati ottenuti, il club lo ha messo al centro del progetto biancorosso.
Marco Sala è uno dei protagonisti principali in casa Cimiano. si appresta a cominciare la sua terza stagione al Cimiano Sports Center. Quest’anno, oltre a essere il Responsabile della Scuola Calcio, avrà il compito di fare da supervisore di tutta la Preagonistica.
Il suo, senza dubbio, è un ruolo complicato, forse il più difficile: deve creare e formare il Cimiano del futuro. Lui ne è consapevole, ma affronta ogni sfida con il suo pragmatismo e con le sue idee chiare.

Com’è il bilancio della passata stagione?
Strapositivo. È sotto gli occhi di tutti.
C’è stata una netta crescita collettiva, ma anche individuale di tutti i bambini, che hanno raggiunto tutti gli obiettivi fissati.
Tutto questo è stato possibile grazie al mio staff tecnico, che si è mostrato sempre disponibile a formarsi. Hanno formato e si sono formati. Ringrazio tutti gli istruttori.
Sono arrivati molti feedback positivi dall’esterno. Il Milan ha dato un giudizio positivo sui nostri lavori svolti sul campo e ha elogiato soprattutto la nostra organizzazione.
Oltre il 95% dei bambini ha deciso di confermare l’iscrizione al Cimiano.

Quali sono gli obiettivi per la stagione 2019/2020?
Questo sarà il mio terzo anno in biancorosso. Nella fascia Under 10 siamo partiti con 42 bambini: a settembre toccheremo quota 100.
La quantità, naturalmente, è sempre una conseguenza della qualità.
Vogliamo creare i cosiddetti “blocchi”, ossia dei gruppi forti che possano giocare assieme per tanti anni. Il vero obiettivo, però, è costruire una casa calcistica attorno ai bambini. Chi indossa la nostra maglia e gioca con noi, si sente al sicuro e cresce in armonia.
Alzeremo la qualità degli allenatori. Per ogni categoria avremo un laureato o laureando in Scienze Motorie, affiancato da un tecnico più esperto. Gli istruttori sono fondamentali per il nostro progetto di crescita: siamo sempre alla ricerca dei profili giusti, ai quali offriamo la formazione AC Milan.

#SaràPerchéCimiano