Under 16, impresa epica nel derby

Cimiano – Enotria 1 – 0
Rete:
35’ st Lilla (C)

CIMIANO: Del Miglio, Morosin, Caviglia, Battaglini, Vizzielli, Giallombardo, Shaqiri, Gianfreda, Ammirati, Perico, Raffone, Caccavo, Lilla, Mantovani, Pagnozzi, Bentivoglio, Portaro. All. Lunare-Karamn. Dir. Mascia
ENOTRIA:
Chiappa, Gian, Giordanelli, Orlandi, Spirito, Lioce, Polinori, Raimondi, Amabile, Grillo, Piccioli, Zorcastri, Ascorti, Dalloco, Gatti, Nicolosi, Colaluce. All. Catera. Dir. Casale-Zorcastri

Espulso: 40’ Del Miglio (C)

Un’impresa epica. Cimiano batte Enotria 1-0. L’Under 16 ribalta i pronostici dettati dalla classifica e vince il derby.

Vizzielli e compagni si presentano al match in un ottimo stato di forma: il bigliettino da visita da consegnare all’avversario è lo 0-1 conquistato in trasferta sul campo del Pavia. Per certificare definitivamente il momento positivo, però, serve qualcosa di speciale: il derby è l’occasione perfetta.

La sfida con l’Enotria non potrà mai essere una partita come le altre. I ragazzi e tutto lo spogliatoio lo sanno. Il gruppo si compatta ed è pronto per affrontare la corazzata rossoblù. L’obiettivo è chiaro: prendersi i tre punti contro i cugini e continuare la scalata in classifica.

La partita è bloccata ed equilibrata. Alla fine del primo tempo, però, può cambiare tutto: l’arbitro estrae il cartellino rosso all’indirizzo dell’estremo difensore Mattia Del Miglio, colpevole, secondo il direttore di gara, di aver toccato la palla con le mani fuori dall’area di rigore.
Al suo posto entra Samuele Ruta, portiere classe 2004. E pensare che rischiava di non poter essere presente. Poi il destino l’ha messo lì, tra i pali della porta biancorossa. Ruta para subito la punizione dal limite e manda le squadre al riposo sullo 0-0.

La parità resiste anche nella ripresa, fino al minuto 35. Sugli sviluppi di un corner, battuto da Caccavo, Lilla salta più in alto di tutti. 1-0 ed estasi biancorossa. La squadra difende il vantaggio con le unghie e con i denti, nonostante l’inferiorità numerica e i crampi che colpiscono molti giocatori.

L’arbitro fischia tre volte e manda tutti solo la doccia. Il derby è biancorosso. L’Under 16 si prende tre punti e una dose di sicurezza e autostima. E soprattutto si rende protagonista di un’impresa epica.